Caratteristiche PDF Stampa E-mail

Il Taijiquan è un’ antica pratica Taoista, massima espressione del principio che solo

“ Nella quiete, il pensiero diventa corpo in movimento”

Disciplina meditativa dai movimenti lenti e armoniosi, che unita ad una respirazione tranquilla e naturale, contribuisce a sciogliere tutte le tensioni fisiche ed emotive.

Tai Ji Quan

Il Taijiquan è un’esperienza interiore e per nulla dissociata dal corpo, dove ciò che si vede esternamente rappresenta appena una punta di un iceberg. La pratica va dunque sperimentata per essere compresa e le parole da sole rappresentano soltanto un grosso limite. Nella pratica all’inizio la parte fisica del Taijiquan sarà preponderante rispetto a quella spirituale fino ad arrivare a sviluppare la concentrazione e la potenza della mente. Nel taiji, attraverso la pratica, realizziamo l’unione del pensiero consapevole (yi nian), del respiro (hu xi) e della postura corporale (xing ti)


I benefici psicosomatici derivanti dalla pratica costante della forma del Taijiquan hanno indotto molti medici a prescrivere questa disciplina ai loro pazienti. La postura particolare con cui si esegue il Taijiquan è un toccasana per i problemi di artrosi e di ernia del disco. La postura corretta, infatti, richiede che il bacino e la testa siano mantenuti costantemente in retroversione per allineare le vertebre alla colonna dal sincipite al sacro. I movimenti lenti e fluidi della sequenza, che hanno il loro motore nel bacino, favoriscono la circolazione sanguigna periferica negli arti inferiori e superiori. Mediante la pratica si ottiene uno sblocco dell’energia vitale o Qi, ma affinché possa circolare  liberamente nell’organismo, devono essere sciolti tensioni e blocchi articolari, i quali possono essere causati da posture false, stress, traumi subiti, abitudini corporee dipendenti da varie professioni. E’ proprio grazie  a questo sblocco che permette all’individuo di esprimersi liberamente sia a livello fisico che psicologico, qualunque sia l’età. Si ottiene così una stabilità fisica, salute, forza di affermazione nell’esistenza perché diminuiscono le paure e viene indotto uno stato di calma e sicurezza. La costante attenzione della mente sulla sequenza durante l’esecuzione porta in modo naturale  ad uno stato di calma e serenità che fanno chiamare il Taijiquan “meditazione in movimento”. Il Taijiquan non è un sentiero infallibile per la conquista della pace interiore, non fa svanire l’ira, la paura o l’ansietà. La sua pratica costante porta ad un contatto con il proprio io interiore, dando origine, molto spesso, ad una situazione di crisi. Due le possibili reazioni: affrontare il proprio inconscio, prendere atto delle proprie emozioni e a superarle con l’aiuto del Taijiquan oppure rinunciare al Taijiquan.


Inizialmente le motivazioni che inducono ad avvicinarsi a questa disciplina sono varie e personali: curiosità, beneficio fisico e/o mentale, autodifesa, ricerca interiore; in seguito ci si accorge che il Taijiquan, oltre ad essere una disciplina affascinante, è una fonte inesauribile di insegnamenti e di esperienze capaci di coinvolgere ogni sfera della natura umana. La pratica richiede impegno, pazienza, volontà: la sua esecuzione abbisogna di anni di lavoro, ma i risultati che si ottengono sono estremamente preziosi.

Il Taijiquan cambia la percezione del corpo, così come l’atteggiamento mentale: si comprende che il corpo ha memoria e consapevolezza, si impara ad armonizzarsi con il respiro, a sensibilizzarsi e ad apprezzare i piccoli progressi per una continua raffinazione dei movimenti. Imparare ad abbandonare i pensieri a concentrarsi ed a mantenere un alto livello di attenzione è l’esercizio da compiere quotidianamente. Non bisogna avere fretta, il Taijiquan insegna un sapere universale, accessibile a tutti, perché coinvolge ogni aspetto dell’uomo a diversi livelli.

Non sempre è facile praticare nelle condizioni migliori e spesso la nostra quotidianità è fonte di distrazione, oppure siamo tristi, arrabbiati o semplicemente stanchi, ma se ne sperimentiamo i vantaggi si avrà la possibilità di conoscere e vivere uno stato di equilibrio psicofisico capace di aumentare la qualità della nostra vita.

La filosofia cinese insegna l’unità psicofisica e l’armonia di ogni forma di vita con l’universo il Taijiquan mette in pratica questo sapere.

Torna su